Principale > Backup dei dati aziendali > Strumenti di backup dei dati aziendali > Protezione continua dei dati (CDP). Software di backup continuo

Protezione continua dei dati (CDP)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(59 voti, media: 4,97 fuori da 5)
Loading...

Che cos’è la protezione continua dei dati? Vantaggi e svantaggi del backup continuo.

La Protezione continua dei dati è un metodo di protezione dai disastri che aggiorna costantemente ogni piccolo dettaglio che cambia nel database o nel set di file di un utente. In altre parole, salva automaticamente una copia di ogni modifica di quei dati, registrando essenzialmente ogni versione dei dati che l’utente salva.

È possibile eseguire il backup della maggior parte dei tipi di dati più diffusi, in quanto il processo stesso è in qualche modo simile ai tipi di backup tradizionali: può scegliere l’intervallo di tempo tra i backup e quali tipi di file deve salvare, tra cui:

  • File;
  • Cartelle;
  • Dati di app;
  • Database, ecc.

I vantaggi che il CDP può offrire sono molteplici, tra cui, ma non solo:

  • Può ripristinare più versioni di dati – ripristinando le informazioni da qualsiasi punto nel tempo;
  • Salva costantemente i suoi dati, permettendole di tornare a uno stato precedente quasi immediatamente dopo qualsiasi tipo di perdita di dati o problema;
  • Richiede molto meno spazio su disco rispetto ai metodi di backup tradizionali, con un utilizzo tipico di circa il 15% della quantità regolare di spazio di archiviazione, conservando solo il minimo dei dati;
  • Significativamente utile per il ripristino d’emergenza, consentendo backup multipli e copie di archiviazione offsite;
  • L’effetto sulle prestazioni del sistema è appena percettibile, dal momento che non deve eseguire backup notturni e la quantità di dati regolari è abbastanza piccola da essere appena percettibile;
  • Può inoltre eseguire i backup con una certa frequenza, rendendo gli RTO molto più brevi.

Naturalmente, questo metodo presenta anche degli svantaggi:

  • Mentre lo spazio su disco in sé viene risparmiato, potrebbe essere necessario investire in unità fisiche più veloci affinché l’intero sistema funzioni in modo efficiente.
  • Anche se il divario di prestazioni è ancora significativo rispetto ai metodi tradizionali, il fatto che ogni modifica dei dati debba essere istantaneamente sottoposta a backup significa che la velocità di scambio dei dati è praticamente raddoppiata, il che può causare problemi di prestazioni in alcuni casi.
  • Non è ancora la soluzione perfetta per tutto e non dovrebbe essere utilizzato come sistema di backup unico – per non rischiare di perdere tutto nel caso in cui il suo CDP dovesse riscontrare qualche tipo di errore.

CDP a confronto con altre tecnologie di backup

Sebbene ci siano molti vantaggi e specifiche che il CDP può offrire come alternativa ad altre tecnologie di backup, c’è ancora un potenziale problema se vuole sostituire tutti gli altri tipi di backup tradizionali con il CDP.

Il problema è la posizione del suo futuro backup. Potrebbe ancora essere esposto e rimanere senza tutti i suoi dati se conserva tutti i suoi backup in sede, nella stessa posizione del suo server principale. Gli archivi di backup fuori sede sono fondamentali per evitare completamente questo tipo di possibilità.

Quando si tratta di confrontare le tecnologie di backup CDP e quelle basate sugli snapshot, di solito c’è un chiaro vincitore tra i due, ed è il CDP. Le ragioni principali sono due: il risparmio di spazio di archiviazione e gli intervalli tra i backup.

Innanzitutto, la differenza di spazio di archiviazione tra i backup basati su snapshot e quelli CDP è piuttosto impressionante: con un backup CDP regolare viene occupato fino a due volte meno spazio su disco rispetto a un backup snapshot. C’è anche il fatto che CDP può eseguire backup con intervalli notevolmente ridotti, come alcuni secondi, mentre le istantanee non sono in genere inferiori a un’ora di intervallo.

D’altra parte, la differenza tra CDP e backup quasi continuo non è altrettanto chiara. Entrambi possono offrire il recupero istantaneo dei dati ed entrambi possono eseguire il rollback a un punto specifico nel tempo, nel caso in cui ce ne sia bisogno.

La differenza principale tra loro sta negli RPO che possono offrire. Mentre il CDP può facilmente offrire un obiettivo di punto di ripristino praticamente pari a 0, uno quasi continuo si allinea con l’intervallo di backup più breve, che in genere è di un’ora.

Un tipo di backup che rimane è il backup mirror, e anche questo presenta molte differenze con il CDP. La differenza principale è che un backup mirror crea una copia esatta di tutti i file all’interno delle cartelle selezionate e la replica in uno spazio di archiviazione separato fuori sede, per avere un’alternativa in caso di disastro.

Questa tecnologia di archiviazione di per sé è relativamente obsoleta e si è diffusa soprattutto prima dei backup in cloud e quando la protezione continua dei dati era troppo costosa e impegnativa da implementare all’epoca.

Software di backup continuo da Bacula Systems

Le soluzioni di Continuous Data Protection (CDP) le consentono di eseguire il backup dei suoi dati in tempo reale, ad un ritmo che le può garantire una maggiore protezione e convenienza. Rilevano e salvano automaticamente ogni modifica apportata ai suoi dati, in modo da non tralasciare nulla. Queste modifiche possono essere archiviate localmente o in remoto e sono prontamente disponibili per il recupero proprio quando ne ha bisogno.

cdp solutions

Soluzioni di backup convenzionali

Le soluzioni di backup convenzionali creano istantanee o immagini dei computer client e delle macchine virtuali a intervalli di tempo prestabiliti. Sebbene questo approccio sia stato utilizzato con successo negli ambienti fisici on-premise, può presentare alcune sfide aggiuntive per gli ambienti cloud e virtuali:

  • La creazione di istantanee comporta un carico di lavoro aggiuntivo sul suo sistema. Questo può essere un problema per l’intero ambiente, soprattutto per le macchine virtuali, che sono efficienti dal punto di vista delle risorse e operano in genere con un utilizzo della CPU dell’80%. Al contrario, la maggior parte dei server fisici funziona al 10-30% di utilizzo della CPU.
  • Negli ambienti moderni i cambiamenti avvengono così rapidamente che le istantanee periodiche potrebbero non catturare tutti i bit di dati che sono cambiati dall’ultima istantanea.
  • Quando si ripristinano i dati, non tutte le soluzioni possono ripristinare singoli file specifici. Per i backup basati su snapshot, può accadere che sia possibile ripristinare solo l’intero snapshot, non solo i dati necessari.

Perché il backup continuo della protezione dei dati è molto meglio?

#
Nessun effetto sulle prestazioni

Gli utenti del backup continuo utilizzano il journal solo quando effettuano il commit al punto nel tempo selezionato, evitando l’impatto sulle prestazioni di una tipica istantanea. Questo può fare una differenza ancora più significativa quando si tenta di accendere più snapshot su VM di replica.

 

#
Il PITR (Point-In-Time Recovery) è basato sul Journal.

Il ripristino basato su journal mantiene un registro costante di tutte le modifiche apportate dagli utenti alle applicazioni e ai dati.

Con la scrittura continua delle modifiche sul datastore, Continuous Data Protection offre un ripristino point-in-time entro una finestra temporale specifica.

 

#
Scalabilità di livello aziendale

Il journal può risiedere su qualsiasi datastore, dove possono essere specificati limiti di dimensione massima e avvisi. In questo modo si evita che il datastore si riempia, mettendo a rischio la replica. L’uso delle istantanee sulle macchine virtuali replicate non offre alcun modo di controllare il volume di dati dell’istantanea, con il risultato che gli SLA e l’efficienza diventano non scalabili.

#
Recupero di ransomware in qualsiasi momento

Il software di protezione continua dei dati fornisce un flusso continuo di checkpoint di recupero da utilizzare per il ripristino. In caso di attacchi dannosi come il ransomware, i dati possono essere recuperati letteralmente in pochi secondi prima che si verifichi l’evento, riducendo al minimo l’impatto sull’organizzazione e sui suoi stakeholder.

 

#
Replicazione in tempo reale a livello di blocco

Il CDP si avvale del tracciamento dei blocchi di modifica per replicare e scrivere costantemente i dati sullo storage. Poiché il backup continuo è sempre attivo, offre RPO significativamente migliori rispetto alle soluzioni basate sulle istantanee.

 

#
Risparmi sull’archiviazione

Poiché con le soluzioni di backup Continuous Data Protection non vengono create istantanee, l’archiviazione di origine non richiede spazio aggiuntivo. Viene utilizzato solo il 7-10% circa dell’archiviazione di destinazione, con un notevole risparmio di spazio. Questo può portare a risparmi notevoli. In alternativa, la tecnologia Snapshot richiede in genere una buona quantità di overhead negli array di storage, spesso fino al 20-30% sia nella destinazione che nell’origine.

Soluzioni CDP avanzate con Bacula Enterprise

A differenza delle soluzioni di backup convenzionali, Bacula Enterprise CDP non richiede snapshot regolari dell’intero sistema. Salva solo i bit di dati che sono cambiati, il che si traduce in backup continui che non gravano sulle sue risorse e non hanno un impatto significativo sul carico di lavoro operativo del suo sistema. Questo approccio le consente di eseguire un ripristino granulare solo dei bit di dati che deve effettivamente ripristinare. Il ripristino granulare può essere cruciale per gli ambienti prevalentemente virtuali, dove gli obiettivi di punto di ripristino (RPO) sono stretti e gli obiettivi di tempo di ripristino (RTO) sono molto brevi.

Protezione continua dei dati con Bacula Enterprise

Backup convenzionale Bacula Enterprise CDP
Backup completo
Backup differenziale varia
Backup incrementale varia
Backup e ripristino granulari no
Schedulazione del backup
Tempo di ripristino da minuti a ore da secondi a minuti
Prezzo costo aggiuntivo Gratuito*

Gratuito* – Per i clienti Bacula Enterprise

Come funziona il backup continuo di Bacula?

Il software di protezione continua dei dati di Bacula comprende due componenti:

cdp software details

Tray Monitor: Un’applicazione client per il backup CDP che monitora e scansiona qualsiasi modifica ai suoi dati nelle posizioni da lei definite.

Bacula File Daemon plugin: Un plugin che salva e archivia queste modifiche nel suo ambiente Bacula Enterprise.

Per impostare la Protezione continua dei dati:

  1. Utilizzi il Tray Monitor sul suo computer client, server o macchina virtuale per definire le cartelle che desidera osservare per le modifiche.
  2. Una volta che il Tray Monitor rileva una modifica in uno dei file osservati, copia questa modifica nella Spool Directory che la memorizza come una nuova versione del bit di dati osservato.
  3. Quando ha bisogno di ripristinare i dati a una delle versioni precedenti, può farlo immediatamente. Se la Spool Directory è disponibile localmente, non è necessaria una connessione con Bacula Enterprise Director.
  4. Inoltre, il plugin Bacula File Daemon sincronizza le nuove modifiche con Bacula Enterprise Director e le salva in Bacula Enterprise Storage a intervalli di tempo regolari che può personalizzare secondo le sue esigenze. Questa sincronizzazione non influisce sui dati presenti nella Spool Directory, che restano a sua disposizione in qualsiasi momento.

Disponibilità delle soluzioni CDP per i clienti Bacula

Continuous Data Protection è disponibile senza costi aggiuntivi per tutti i clienti di Bacula Enterprise e può essere utilizzato su computer client e macchine virtuali basati su Windows, Linux, Mac OS o qualsiasi altra piattaforma supportata.

Caso d’uso del backup continuo

Un fornitore di hosting di medie dimensioni che opera in Grecia e negli Stati balcanici aveva bisogno di un backup sempre aggiornato, nonché della capacità di tornare indietro al momento giusto, prima che si verificasse un evento, come la corruzione dei dati. Cinque anni fa, il loro ambiente di hosting consisteva in circa il 70% di server fisici e il 30% di macchine virtuali. L’azienda utilizzava soluzioni e metodi di backup tradizionali che fornivano backup completi e differenziali. Inizialmente questo era sufficiente per le sue esigenze. Ora, però, i tecnici dell’azienda stavano esaurendo il tempo necessario per completare i backup regolari.

Inoltre, le difficoltà dell’azienda erano aggravate dalla crescita del volume dei dati. Poiché l’azienda stava crescendo con successo, si prevedeva che la crescita dei dati sarebbe continuata anche in futuro, e qualsiasi soluzione avrebbe dovuto essere ‘a prova di futuro’, tenendo conto di questo aspetto.

È diventato chiaro che l’azienda doveva passare a una soluzione moderna, efficiente e veloce, che permettesse all’utente o all’amministratore di ripristinare i dati in qualsiasi momento. Dopo ulteriori ricerche, l’azienda ha capito che sarebbe stato molto vantaggioso utilizzare una vera soluzione software CDP, in grado di rilevare quando un file veniva modificato e di copiarlo in un’area di spool locale. L’azienda aveva bisogno che i file fossero disponibili per un recupero immediato a livello locale e che fosse in grado di catturare e tracciare automaticamente le modifiche dei dati, salvando ogni versione dei dati creati dall’utente a livello locale o in un repository di destinazione. Tuttavia, negli ultimi anni, quando l’azienda si è spostata verso l’infrastruttura virtuale, la proporzione si è invertita: ora il loro ambiente è costituito principalmente da macchine e server virtuali (78%), mentre i server fisici rappresentano solo il 22%.

Poiché le operazioni di backup e ripristino convenzionali sono molto dispendiose in termini di risorse e di tempo, l’organizzazione ha iniziato a cercare un sistema CDP da utilizzare al posto o insieme all’infrastruttura di backup esistente.

Dopo un attento confronto di tutte le soluzioni CDP alternative, l’azienda ha deciso di utilizzare Bacula Enterprise, beneficiando della sua capacità di Continuous Data Protection integrata. Bacula integra strettamente la CDP altamente efficace in un ambiente di backup e ripristino completo e di livello aziendale, che rappresenta un vantaggio per gli amministratori di sistema e gli utenti. L’approccio di Bacula è quello di essere il più possibile “platform-agnostic”, senza particolari requisiti di file system. Tra i numerosi vantaggi di questa filosofia, uno di questi è la capacità di ridurre significativamente la necessità di affidarsi alle istantanee.

Ulteriori informazioni sul software CDP:

  • Usa sistemi di backup a nastro? Dia un’occhiata alla nostra software di backup a nastro.
  • Trova gli ultimi rilasci e aggiornamenti dei prodotti, i casi di studio e la leadership di pensiero sul backup nel nostro blog backup e ripristino.
  • Ha intenzione di archiviare i backup nel cloud: Amazon, Azure o altri? Vedi le nostre opzioni di connettività al cloud.
  • È interessato all’applicazione delle tecnologie di backup nelle infrastrutture IT reali? Può trovare queste informazioni nel nostro glossario del backup.